Turismo a Rimini, presenze conteggiate in tempo reale

A Rimini è in fase di varo un nuovo strumento che permette di conteggiare le presenze in tempo reale.

Uno strumento estremamente utile per poter garantire la migliore sicurezza dei turisti e delle strutture ricettive, che permette non solamente di poter avere numeri affidabili sulle rilevazioni statistiche delle presenze, quanto anche e soprattutto di snellire le procedure burocratiche di adempimento in materia di sicurezza e di protezione.

Lo strumento è stato presentato pochi giorni fa in Provincia dall’Assessore agli Osservatori statistici, Juri Magrini, dal vice Questore aggiunto Simone Pineschi e dai tecnici della Questura di Rimini. Con l’occasione è stato fatto il punto su alcuni argomenti piuttosto significativi, come ad esempio la semplificazione amministrativa e la diminuzione delle complicanze statistiche, oltre alla sicurezza del territorio, alla qualità e alla quantità dell’informazione sulla domanda turistica, e altro ancora.

Le novità informative introdotte dall’Ufficio Statistica e dalla Questura riminesi fanno seguito all’introduzione di innovazioni normative nella prima parte dell’anno, e vedranno l’effettiva luce nel corso dei prossimi trimestri, fino a collimare con la prossima stagione estiva. “I risultati che emergono” – ha affermato in merito l’Assessore Magrini sulle pagine di Rimini Today – “da questi nuovi strumenti informatici evidenziano come si possa migliorare e garantire la qualità della vita e la sicurezza dei cittadini e degli operatori, attraverso un aggiornamento in tempo reale delle presenze turistiche”.

L’utilizzo dello strumento informatico permetterà inoltre di poter effettuare la denuncia attraverso la posta elettronica, smaltendo tempi di attesa e code negli uffici” – ha poi aggiunto l’assessore – “Uno strumento che permette non solo di avere in tempo reale i dati necessari sia per la rilevazione statistica che per gli adempimenti della sicurezza, ma anche uno snellimento burocratico ed una velocizzazione nello smaltimento delle pratiche. Per questo ci tengo a ringraziare gli operatori turistici che, grazie al loro lavoro di inserimento dati, innescano il meccanismo virtuoso che oggi abbiamo presentato”.