Vacanze a Rimini, nasce club di hotel dedicato alle bici

Visto e considerato che Rimini è uno dei veri e propri pilastri turistici della Penisola, non può che partire proprio dalla località balneare adriatica l’idea di utilizzare il cicloturismo quale leva per favorire il business delle strutture ricettive, cogliendo altresì l’occasione per destagionalizzare l’offerta turistica, che a Rimini soffre di una elevatissima concentrazione nel periodo estivo.

Un vero e proprio club di alberghi dedicati interamente alla vacanza in bicicletta, per turisti che desiderano unire la convenienza economica allo sport e al carattere di ecosostenibilità.

Un progetto che permette di viaggiare attraverso la storia e le tradizioni dell’area romagnola, offrendo il meglio delle strutture alberghiere della zona.

Rimini Bike Hotels – questo il nome del programma – comprende un numero selezionato di accoglienti strutture alberghiere poste all’interno del territorio della provincia di Rimini, e in grado di proporre servizi su misura dei ciclisti professionisti e amatori.

Il progetto nasce dall’idea di utilizzare il cicloturismo come volano per favorire il business delle strutture alberghiere e destagionalizzare l’offerta turistica, e allo stesso tempo per offrire al territorio riminese un’occasione ancora più forte nella promozione della propria immagine, dei prodotti turistici locali e degli eventi direttamente su nuovi bacini e target internazionali di maggiore interesse” – ha commentato in proposito il presidente dell’associazione, Fabrizio Bilancioni, sulle pagine di Rimini Today, per poi ricordare come l’idea alla base del progetto sia effettivamente molto semplice: dimostrare che Rimini è (anche) regina di ospitalità dello sport e, in particolare, del crescente numero di appassionati del cicloturismo.

Con Rimini Bike Hotels, inoltre, i ciclo turisti potranno godere di evidenti vantaggi, visto e considerato che disporranno di un unico interlocutore in grado di organizzare pienamente la propria vacanza, prendendosi anche cura di eventuali accompagnatori e famiglie che non partecipano ai tour quotidiani organizzati dall’associazione.